Il territorio di Montepulciano in Toscana 

Il territorio nel quale l’Agenzia Immobiliare M.V. opera, è prevalentemente quello del Comune di Montepulciano, con un raggio d’azione che va dalla Val d’Orcia, alle Crete Senesi e parte del Chianti senese e a sud verso l’alta Valdichiana senese e in parte anche quella aretina.

Montepulciano è collocato a 605 metri sul livello del mare, a cavallo tra Valdichiana e Val d'Orcia. Di antica e lunga storia, ha origini che risalgono al popolo Etrusco, popolazione che abitava la zona già a partire dal IV secolo a.C.

Il suo territorio è famoso, oltre che per la bellezza del paesaggio e delle opere d’arte, anche per il suo vitigno, il Sangiovese, dal quale si ottiene un vino conosciuto in tutto il mondo, il Vino Nobile di Montepulciano DOCG.

In questa zona della Toscana è possibile apprezzare un territorio eterogeneo, dato da un’elaborazione sia delle sue caratteristiche rurali che culturali e enogastronomiche, apprezzate sia dai turisti di passaggio, così come da coloro che cercano un luogo dove riposare, circondati da bellezze di varia natura.

Il centro storico ha caratteristiche di borgo medievale a forma di "S" ed è racchiuso da mura trecentesche. La sua origine Etrusca si perde nella notte dei tempi. Da alcuni documenti rinvenuti all’interno della fortezza medicea, sembra infatti che siano presenti attestazioni già tra il IV e il III secolo a.C.; successivamente in epoca romana, fu sede di un esercito posto a difesa delle strade consolari.

In epoca longobarda si parla di un elevato livello civile e culturale, infatti dove oggi sorge la Chiesa della Madonna di San Biagio esisteva la Sancta Mater Ecclesia in Castello Pulliciano, con preti, chierici e altre figure che dimostrerebbero la presenza di un sostanziale sviluppo della civitas.

I secoli successivi all’anno mille vide Montepulciano, paese libero e ricco, preso di mira da città importanti come Siena e Firenze così che il 1300, fu un secolo di aspre lotte per il potere tra le più importanti famiglie di Montepulciano, che a loro volta erano alleate quando con una città, quando con l’altra. Nel 1390 Montepulciano si alleò stabilmente con Firenze, alla quale premeva di disporre di un caposaldo strategico a sud di Siena.

Tra il 1400 e il 1500 Montepulciano conobbe il periodo di massimo splendore e ricchezza, il XV secolo infatti fu l'epoca dell'umanista Bartolomeo Aragazzi e del grandissimo poeta Angelo Poliziano. Un'eccezionale fervore edilizio contrassegnò il XVI secolo, architetti quali: Antonio da Sangallo il Vecchio, Jacopo Barozzi detto Vignola, Baldassarre Peruzzi, Ippolito Scalza, progettarono e realizzarono sontuose dimore patrizie e splendide chiese, che cambiarono l’assetto architettonico della città, diventando quella che possiamo apprezzare ancora oggi, passeggiando per il borgo.

Oggi Montepulciano è una ridente cittadina piena di iniziative socio culturali, dedite anche all’attrazione turistica; dimostrazione lo sono le varie manifestazioni periodiche e annuali che vengono organizzate, tra le quali, eventi fondamentali sono: il Cantiere Internazionale d’Arte con la rappresentazione di Opere, concerti sinfonici, di musica contemporanea e di danza e il Bravio delle Botti, un’originale sfida che si svolge ogni anno, l'ultima domenica di Agosto, tra le otto contrade, Cagnano, Collazzi, Le Coste, Gracciano, Poggiolo, San Donato, Talosa e Voltaia, contrade nella quali è diviso il centro storico di Montepulciano.

Da non sottovalutare, il territorio circostante Montepulciano. Territorio anch’esso ricco di bellezze naturali e non solo. Visitando il territorio è infatti possibile dedicarsi a tantissime attività come per esempio il trekking, le passeggiate a cavallo, percorsi turistici, enogastronomici, percorsi che conciliano l’arte e l’ enogastronomia.

Luogo d’interesse che merita una visita è, per esempio, l’Oasi del Lago di Montepulciano, in piena Val di Chiana, individuata attualmente come Riserva Naturale del Lago di Montepulciano.

La Riserva, si estende per circa 300 ettari ed è stata formalmente istituita dalla Regione Toscana nel 1995. Dal 1989 il Comune di Montepulciano e la Provincia di Siena avevano già istituito nella zona, l'oasi della LIPU, tanto che, negli anni, è diventato un importante punto di sosta per l'avifauna che si sposta stagionalmente dai paesi africani all'Europa, oltre ad essere utilizzata da numerose specie di uccelli per lo svernamento e per la nidificazione. Per apprezzare in pieno l'Oasi si può prenotare presso il Centro visite un'escursione guidata con le barchette presenti sul lago. L'Oasi è dotata inoltre di un centro visite, ovvero tre capanni e due piattaforme di osservazione, nonché di un parcheggio in grado di ospitare oltre 100 auto e camper.

Per chi invece volesse dedicarsi totalmente al relax, il territorio di Montepulciano offre anche una stazione termale, nel luogo di Sant’Albino, frazione del Comune, dove è possibile sfruttare i benefici dell’acqua termale e, nello stesso tempo, godersi i benefici degli eventuali trattamenti.

Non lontano da Sant’Albino a circa 5 km, rimanendo sempre in tema di stabilimenti termali, non ci dimentichiamo delle terme di Chianciano Terme, con la loro acqua nota in tutta Italia per le sue qualità curative. Proprio a Chianciano Terme infatti sono presenti piscine termali e varie strutture che consentono di passare giornate all’insegna del benessere mentale e fisico.

Come abbiamo precedentemente sottolineato Montepulciano si trova proprio a cavallo tra la Valdichiana e la Val d’Orcia, percorrendo pochi chilometri è possibile così raggiungere luoghi incantati come Pienza, Monticchiello, San Quirico, dove la bellezza del paesaggio e la bellezza dei borghi regalano scorci da rimanere senza fiato.

Meno conosciuti, ma molto interessanti, sono i paesi del sud della Provincia di Siena, anch’essi a poca distanza da Montepulciano, tra i quali, degni di nota sono Bagno Vignoni, Rocca D’Orcia, Castiglione d’Orcia e spingendosi ancora più a sud, una segnalazione particolare la merita la città di Cetona, paese alle pendici del Monte Cetona medesimo,  che con la sua storia risalente al periodo preistorico regala attestazioni storiche degne di nota e di una visita; il Museo Archeologico, proprio all’interno dell’incantevole paese, documenta le varie fasi del popolamento umano nel territorio con presenze che sono già evidenti dal Paleolitico fino alla fine dell’Età del Bronzo. I ritrovamenti documentano infatti che l’uomo di Neandertal abitò alcune grotte del Cetona, lasciando come traccia del suo passaggio strumenti di pietra scheggiata e resti degli animali cacciati.

Proprio sul Monte Cetona è possibile visitare alcune delle cavità che si aprono nel travertino, che sono state adeguatamente illuminate e attrezzate quali: la grotta di San Francesco, gli antri della Noce e del Poggetto, frequentate dall’uomo per scopi funerari o di culto, e i resti degli abitati all’aperto. Nella zona archeologica è stato allestito anche un percorso didattico creato per completare e integrare la visita al Museo e al Parco. La bellezza del parco è anche data dall’interattività con il parco medesimo, sono stati infatti ricostruiti una parte di un villaggio dell’età del bronzo, con capanne a grandezza naturale, aree per le attività artigianali e un abitato in grotta del paleolitico medio.

Ovviamente Montepulciano trovandosi in posizione strategica consente in poco tempo di raggiungere mete famosissime come Siena, Firenze (a soli 100 chilometri), Perugia ( a soli 60 chilometri) e Roma in soli 190 chilometri.

Molte sarebbero le mete da elencare e  degne di nota, che si trovano a poca distanza, viene in mente infatti Cortona in provincia d’Arezzo a soli 30 chilometri e quindi raggiungibile in una mezzoretta di macchina, la stessa Arezzo, cittadina poco conosciuta dal punto di vista turistico, ma davvero incantevole e che si trova distante soli 50 chilometri.

Il territorio come è intuibile offre davvero elementi attrattivi per tutti i gusti e in un lungo fine settimana è possibile fare escursioni che lasciano la voglia di tornare.

Non rimarrete delusi.